Feedjit

mercredi 31 décembre 2014

Ultima traccia

Abbiamo avuto tanta neve in due giorni, che siamo arrivati poco a poco di notte, dal tunnel di Frejus, alle sette della sera fino alle otto e mezzo al villaggio, su una strada pericolosa. Ormai c'è del gran freddo e del sole brillantissimo che fa uscire i bambini, come noi ma soltanto il pomeriggio a meno dieci gradi ...
Al momento quà ci siamo ancora capace di scivolare ma sopratutto nella traccia perche la caviglia non può più darci l'equilibrio necessario alla discesa in tutto terreno. E una capacità minore che dobbiamo accettare alla nostra età, in fronto dei bambini che invece, possono tutto ! Quanto tempo potremmo continuare questa vita piacevole ? Non puoi pensarne tu, che sembra sempre in attesa di migliore ? Dall'orrore assoluta all'energia di vita dove sei oggi ?

jeudi 25 décembre 2014

Festività

L'illuminazione della città sta più grande che in Italia, ci sembra ... Ma i cantanti sono meno numerosi e tanto giovani che ci siamo al spettacolo già alla loro casa !
Natale sta la festività della vita nascendo di nuovo. Sai come stavi quando eri giovane, quando cantavi securamente anche tu ? 

Abbiamo vissuto quatro giorni pieni di giovinezza terribile perche questi bambini sono un po troppo vivaci ed il rumore del loro canto o dei gridi, ci sentiva nell'aria ambiante, fino alla sera ...
Dopo c'era sul maneggio, ancora del rumore, tanto rumore di festività ...

Che cerchiamo adesso il silenzio della montagna prossima bene conosciuta ! 

dimanche 21 décembre 2014

Favole


In villa Farnesina ci sono tante belle fresche di Rafaello Sanzo che siamo sempre in estasia dei corpi di dea. 

Venere e Zeus sono immortali e non muoiono mai.  













Le generazione continuano a conoscere ed a vivere le favole  ...

A Natale  anche si scopra la favola della Natività del dio dei Cristiani come quella che inaugura il mondo della feda nel Cristo, venuto al mondo per salvarlo del male ...



Presepio fedele che sta nelle chiese in attesa di luce eterna, imagine che sia buona ogni anno a ritrovare per dare pace e bellezza a tutti. 


Ma come stai adesso in quest'avvento di festa ? Non vai più sulla collina per cercare la luce del sole ? Cosa facevi allora come una statua in attesa e perche partire subito ? La mascheta sarà più vera ...

dimanche 14 décembre 2014

Mercato di Natale

C'è la prossimità di Natale che fa venire sulla strada tanti prodotti del terreno ... vino, olio, olive, sapone, savore, agrume, marmellata, fegato grasso, formaggio, poi tutte queste piccole cose fabbricate da mano !

Sono rivenuta di Aix per sapere che sono di nuovo nel gruppo analitico non senza timore in fronto all'elezione dei candidati ! Ecco l'entrata di un negozio del villaggio: La Colle sur Loup . 

Ne si puo trovare ceramiche di terra di colore del smalto rosso, bianco o blue meraviglioso. E un'amica che la fa ...

Ci sembra come un arte di più in più difficile a vivere tanto che la gente non sa amare l'oggetto unico della creazione e preferisce stordirsi nel rumore della musica di strada !

vendredi 12 décembre 2014

Antagonismo

 Domani c'è un giorno difficile perchè ci starà una riunione professionale qui, nel centro della Provence, per votare un consiglio della società analitica, eppure non è semplice questo gruppo di cui sono i colleghi del sud. Sperando che si potrà forse esprimarsi senza parole furba, senza gioco nascoto, senza manovra. Vero ? 
 


In questa città così bella, colle sue fontane e le sue tavole sotto i suoi platani ... non sappiamo se la gente sarà bene accomodata o sempre arrabbiata come due anni fa quando avevo dovuto uscire di questo gruppo, buttata via ? Perché il rumore stava su noi da una brutta persona, non tanta onesta ... Questo rumore mi aveva fatto tanto di male che non ho potuto rivenire qui !

dimanche 7 décembre 2014

dimanche 30 novembre 2014

Baruya tribù

Antropologo di riputazione mondiale : Maurice Godelier 
ha vissuto tra 1967 e 1988 dalle Baruya, tribù delle alte terre di "Nouvelle-Guinée", alla quale ha consecrato numerose inchieste; l'abbiamo ascoltato con tanto piacere, raccontare i suoi memori in fatti, nella conferenza di sabato scorso, di nuovo e ancora a Parigi, per fortuna !

 Quest'autore ha scrito : 
"Objets et méthodes de l’anthropologie économique", L’Homme, Vol. 5, N° 2, 1965.
Rationalité et irrationalité en économie,  Maspero, 1966.
"La production des Grands Hommes. Pouvoir et domination masculine chez les Baruya de Nouvelle Guinée", Fayard, 1982  -  "L’Idéel et le Matériel", Fayard, 1984  - "L’Énigme du don", Fayard, 1996.

 "D’ailleurs, dans beaucoup de sociétés, et comme on le sait, au moins depuis Marcel Mauss, le pouvoir n’est pas toujours lié à l’argent, il est d’abord lié au prestige, à la connaissance mystique, c’est-à-dire à celle des initiations … L’autorité d’un individu ne vient pas forcément de la richesse, mais vient d’autre chose, que l’on appellerait, nous, «l’immatériel ».

dimanche 23 novembre 2014

Impressionismo sguardo



A Parigi dal 9 ottobre al 9 febbraio, c'è una mostra di Paul Durand-Ruel (1831-1922) 

il collezionista che ha avuto un sguardo impressionisto sulla pittura. Puodarsi che ci sta come un'isola di fiori, di colori luminosi e di dolcezza che questo museo del Luxembourg in questo momento perchè il collezionista amava sopratutto Renoir, Sisley e Degas, Monet e Pissaro, Morisot e Manet ... 

His conquest of the American market proved to be a turning point. Impressionism began to enjoy commercial success and international recognition, driver by Durand-Ruel himself. The dealer became a trendsetter and the man who fed the appetite of vaste private and public collections in Europe and the Unites States at the turn of the 20th century. The exhibition was the crowning moment of an adventure that had begun some 30 years earlier in the same city, and reflected the dealer's now prominent position in the art wordl. 

dimanche 9 novembre 2014

Arte in Medicis

Nel pomeriggio ci sono delle visite, per scoprire "I segreti della Villa Médicis", conosci ?  
Senza avere troppo il tempo di andare lontano nei giardini,  puodarsi vedere dei artisti al lavoro  loro,  vivendo quà un'anno in pittura, scultura, architettura, stampa, musica. Ma ancora in storia dell' arte, archeologia, letteratura, scenografia, fotografia, cinema, video !
 Dopo i famosi artisti del Preso di Roma, passati quà :  

Fragonnard,  Ingres, Girodet, Gounod ...
Ma il concorso sta annullato in 1968 da André Malraux. Adesso su documenti soltanto si fa la selezione, in rapporto all'originalità dell'artiste. Abbiamo visto una giovane che restora degli operi di scultora, con delle tecnice non chimice, ma vivente : delle bacterie !
Ci sta in 1808 Napoleone Bonaparte che aveva trasferito l'Accademia di Francia nella Villa. Non sapeva che ci sarebbe produtte tante cose ?

Delle mostre varie sono organizzate. Quella di oggi sta precisamente importante per viaggiare dopo, ancora lontano. Andrà così a Parigi in febbraio. Le opere sono tutte su i baffoni della città eterna nel Rinascimento : banditi, bari, mendicanti, zanzari, e tutti quanti. Ci impara stesso come degli insulti del tempo passato, come ci stava ieri ...

samedi 8 novembre 2014

Arte fiammingo

Adesso c'è una magnifica mostra di gran arte fiammingo alle Scuderi del Quirinale di Roma, che nessuno Romano non puo ignorare neanchè cancellare della sua memoria tanto che sta  specialmente alla radice dell'arte romano del Rinascimento, lo sai ?   

In questo famoso triptico di Moreels, ci vede bene la ricchezza umana della perioda mercantile di Bruges. Una famiglia di diciotto bambini rappresentati quà per la sua felicità ! Ma il dettaglio di San Egidio sta il più curioso, sai ? Un cervo a costa del Santo, cosa dice, cos'è, perchè quà in questa pittura straordinaria ? Mi dira la riposta presto lo spero, se sai attentivo alla mostra ... 
Anchè in questo giudicamento ci sono deus parti importanti : a sinistra ed a destra, laquale preferisci per la tua salutà, tu che sa dove sta il bene ?  Senti alla sera di notturna, non c'è più di gente, così ho potuto su tre o ore visitare i due piani con tanto piacere. Allora vaine presto senza aspettare, più tosto che guardare la sempre la TV, vero ? 
"La solitude a le pouvoir absolument original de ne pas nous isoler, mais au contraire de jeter l'existence toute entière dans l'ample proximité de l'essence de toutes choses." Martin Heidegger (1889-1976)

dimanche 2 novembre 2014

Indietro la luce

«En ce monde, contente-toi d'avoir peu d'amis. Ne cherche pas à rendre durable la sympathie que tu peux éprouver pour quelqu'un. Avant de prendre la main d'un homme, demande-toi si elle ne te frappera pas, un jour." Omar Khayyâm(1048-1131), Chagrin et désespoir, VIII, Rubaiyat.


C'era l'ultimo giorno di bel tempo, come la fine dell'estate e della sua luce, sul mercato di Provenza, nel val del Verdon. La festa delle castagne sta aprendo il ritorno della pioggia e della tempesta prossima ... che verrà due giorni dopo, su tutto il paese magari ! Un disastro  per quelli che sono immerguti o rotti dal tempo ... Prudenza, che ne pensi ?

dimanche 26 octobre 2014

Cavalli o tacchine

 Ci sara forse una passeggiata nel bosco sta volta ? All'ora della sera cadendo già dell'orario d'inverno, sai ? Al Molino del bosco abbiamo trovato ancora un cavallo per i piccoli e la loro gioia ma anche la nostra !

Come la libertà di corrire sta piacevole per quello che puo andare così senza timore di cadere, come dei cavalli. Ma quando sarai quà o nella città di novembre per gustare così tanta di libertà ?
 Aspetti i giorni corti ? Tu sai sentire l'aria nuova che ti aspetta nel sole cadendo ?  



Se no, ci sarebbe possibile ancora di avanzare lentamente due da due, come le belle tacchine quà ?  Vero ? O non certo ? 
Cioè che sta vero, è che la vecchiezza tendevi i braci a lungo e troppo presto ! Se non ci fa attenzione a quelli che non possono più correre, camminando soltanto a volta, al loro ritmo, ci potrebbe vedere ancora quà, del sole e della luce eterna  tra gli alberi ...

dimanche 19 octobre 2014

Cielo cambiando

 Sta mattina sono partita alle sette come d'abitudine quando si puo uscire la domenica, verso il fondo della valle del var indietro la mia città. E un aria di più in più necessario con gli anni che portiamo sul dorso ! Per fortuna sta ancora possibile di partire nell'alto paese. Oggi era il val del Cians fino a Valberg ...  
Sulla strada del col de l'Espaul, ci abbiamo fermati. La salita commincia allora lentamente al di sopra i nubi in direzione del  Mont Mounier (2817m) 
 Infatti io non potro continuare fino alla cima perche c'è un dislivello di 1000 m così mi ferma a la meta quà, in fronto all'immensità delle alpe marittime.
 Ci siamo a 2200 m da sola alle dieci e trenta. Il sole sta alto e brillante e il riposo totale per dormire un po quà, o leggere e fare degli esercizi sul taccuino d'inglese ... 
Cerco, al stesso momento, da imparare questa lingua che mi sembra tanta straniera, da tanto tempo, tanta lontana comete, peccato ! 
Ma con un cielo cambiando ci sarebbe ancora una speranza per riuscire questo quà ? 
Ritorno alle tre e mezzo del pomeriggio tra i fiori passati ... 
Alle sette della sera a casa.